Massimo Granchi | Palabanda
15642
page-template-default,page,page-id-15642,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Massimo Granchi

(Cagliari 1974)

 

Laureato in Scienze Politiche e in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni ha conseguito il Dottorato in Istituzioni e Società e la specializzazione in Storia, Media, Cittadinanza. Ha vissuto a Stoccolma dove ha lavorato per la Camera di Commercio Italiana. Ora vive in provincia di Siena dove ha fondato, con altri autori, il Gruppo Scrittori Senesi e il Premio Letterario Città di Siena. Il suo romanzo d’esordio Come una pianta di cappero (2013) ha vinto il Premio on Line Scrittore Toscano 2014.

 

Bibliografia:

Come una pianta di cappero (2013), 0111 Edizioni.

Occhi di sale (2015), Palabanda edizioni.

 

È facile farsi venire le idee?

Non è affatto facile. Indago a fondo le mie curiosità, ispirate a fatti di cronaca, attualità o vita vissuta. Quando ho individuato il tema, scelgo la prospettiva di analisi e definiscono gli obiettivi della storia: cosa intendo raccontare e perché. La scelta della trama e la definizione dei personaggi sono conseguenti.